Contenuto principale

Dipartimento di prevenzione

Dipartimento di prevenzione

Via Amba Alagi 33
39100 Bolzano
Tel.: +39 0471 909 211
Fax: +39 0471 909 201
Web: http://www.asdaa.it/prevenzione


Attività:

I seguenti servizi compongono il Comitato consultivo e collaborano all'interno del Dipartimento:

  • Servizi Igiene e Sanità (Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico)
  • Servizio di Medicina del lavoro (Servizio aziendale)
  • Servizio di Medicina dello Sport (Bolzano)
  • Servizio aziendale Pneumologico (Servizio aziendale)
  • Servizio aziendale Veterinario (Servizio aziendale)
  • Servizio di Dietetica e Nutrizione clinica (Bolzano)
  • Rappresentante dei dirigenti medici e sanitari: Dott.ssa Loredana Latina
  • Rappresentante del personale sanitario non medico: Dott.ssa Gundula Gröber

Il Dipartimento di Prevenzione è una struttura a valenza aziendale il cui compito è principalmente quello di individuare e contrastare i fattori di rischio che possono nuocere alla salute, valutando ed interpretando dati sia di natura sanitaria che ambientale. Avvalendosi della collaborazione di numerosi servizi aziendali e dipartimenti provinciali, ha la facoltà di promuovere studi, progetti e ricerche nonché di elaborare linee guida, protocolli operativi e programmi per misure di profilassi. L'istituzione del Dipartimento di Prevenzione è stata approvata il 06.12.2011 con delibera del Direttore Generale.

Sito web: www.asdaa.it/prevenzione


Alla mappa: Via Amba Alagi 33

Direttore/trice di dipartimento

Coordinatore/trice

News

Prevenzione | 15.11.2019 | 14:52

Torna la campagna contro l’alcol

La campagna di prevenzione all‘alcol „Zero compromessi 2020” mette in evidenza le conseguenze negative dovute al consumo eccessivo o alla dipendenza da alcol. L'Azienda sanitaria sostiene l'iniziativa.

Torna la campagna contro l’alcolZoomansichtTorna la campagna contro l’alcol

Zero compromessi 2020: questa la denominazione della campagna contro l’alcol, organizzata dal Dipartimento alla salute in collaborazione con il Forum prevenzione, presentata questa mattina (15 novembre) a Palazzo Widmann dall’assessore alla salute, Thomas Widmann, dal direttore generale dell’Azienda sanitaria, Florian Zerzer,  dal direttore del Forum prevenzione, Peter Koler, e da Walter Tomsu, direttore dell’ambulatorio HANDS. "La prevenzione riveste un ruolo cruciale nella promozione della salute pubblica. Lo afferma anche il Piano provinciale di prevenzione, e la prevenzione dell’alcol ne è una colonna portante. Da oltre 10 anni in Alto Adige si punta sulle campagne informative e di sensibilizzazione, ormai conosciute e apprezzate da una larga parte della popolazione", ha dichiarato Thomas Widmann. il quale ha poi citato alcuni dati positivi ascrivibili anche alle campagne contro l’alcol.

Cala il consumo di alcol tra i giovani

Secondo i dati ISTAT  del 2019 l’Alto Adige è al di sotto della media italiana per il consumo quotidiano di alcol; è diminuito il consumo di alcol tra i giovani nella fascia 14-25 anni rispetto al 2004 (da 89% a 76,1% secondo i dati ASTAT, e questa tendenza si vede anche tra i giovanissimi. Nel 2004 il 67,8% dei ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni dichiarava di "bere a volte", nel 2016 il dato è calato al 44,1%, con una riduzione di 23,7 punti percentuali. Widmann ha quindi aggiunto che "la dipendenza da alcol si può curare ma serve ancora più informazione e sensibilizzazione. È inoltre necessario combattere il tabù e la stigmatizzazione, questo permetterebbe a chi è coinvolto di chiedere aiuto con più facilità. I drammi dovuti all’abuso di alcol, e i danni a livello sociale sono enormi -  parliamo della vita delle persone, delle famiglie – ecco perché il lavoro preventivo non ha prezzo".

Prevenzione e aspetti negativi dell'alcol

"Da molti anni - ha spiegato il direttore generale dell'Azienda sanitaria Florian Zerzer - i nostri esperti cercano di ridurre le conseguenze negative dell’alcol sulla salute con molteplici azioni ed offerte terapeutiche, cercando di trasmettere un corretto approccio all’alcol anche con il lavoro di prevenzione". "In Alto Adige vi è la tendenza di sorvolare sugli aspetti negativi dell’alcol - aggiunge il direttore del Forum prevenzione Peter Koler - e chi produce, vende e serve alcol non è interessato a comunicarne gli effetti collaterali e i rischi, che più che altro vengono minimizzati. La campagna Zero compromessi 2020 ha come oggetto le conseguenze dell’alcol sulla salute, e il design si ispira alle grafiche delle avvertenze sui prodotti del tabacco concentrandosi sui rischi collegati al consumo di alcol". Walter Tomsu, direttore dell’ambulatorio HANDS ha quindi fornito una serie di dati ed informazioni di carattere clinico, gran parte dei quali elaborati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. "A livello mondiale - ha spiegato - nel 2016 si sono verificati circa 3 milioni di decessi legati in maniera diretta o indiretta al consumo di alcol. Il messaggio clinico è chiarissimo: l’alcol è una sostanza tossica che danneggia potenzialmente quasi tutte le cellule e provoca problemi epatici, cardiovascolari, intestinali, neurologici, neurologici, psichiatrici, incidenti, violenza e reati contro la legge. L’alcol è una vera e propria droga psicoattiva a tutti gli effetti”.

La campagna Zero compromessi

La campagna Zero compromessi, finanziata da Ripartizione provinciale Sanità e Azienda Sanitaria, è realizzata dal Forum Prevenzione. Il simbolo di riconoscimento è un punto esclamativo bianco sullo sfondo di un tappo corona rosso. Secondo i dati ASTAT (2019) il 33% degli altoatesini conosce la campagna e di questi, 9 su 10 concordano con il messaggio che vuole dare. Sul portale web di Zero compromessi si trovano approfondimenti relativi alla campagna, oltre ad un questionario di autovalutazione sul consumo di alcol, consigli per festeggiare in maniera responsabile e l’applicazione Shuttle Finder che permette di trovare un taxi in modo semplice e veloce. Il sito contiene inoltre un elenco di centri di consulenza in Alto Adige ed uno strumento di consulenza online. La campagna viene ampliata da oltre 100 cartelli stradali in tutto il territorio altoatesino recanti il messaggio Chi guida non beve.

Infowww.zerocompromessi.it

Informazioni per i media: Ripartizione Comunicazione, Marketing e Relazioni con il Pubblico, tel. 0471 907139

(USP)


La campagna Zoomansicht La campagna
L'alcol può creare dipendenza Zoomansicht L'alcol può creare dipendenza

Altre notizie di questa categoria

Downloads
  Titolo Download

Per aprire i documenti PDF contenuti in questa pagina occorre installare un lettore PDF.
Se non ne hai già installato uno nel tuo sistema, puoi scaricare:
Lettori PDF liberi
un lettore PDF libero
Adobe© Reader©
il programma Adobe© Reader©


Convivere con il coronavirus
Convivere con il coronavirus
Sintesi delle regole, delle misure e delle raccomandazioni per la ripartenza dopo la crisi del coronavirus, sulla base di quanto stabilito dalla legge provinciale approvata l’8 maggio. La pubblicazione è aggiornata alla data dell’8 maggio.
  1. Ripartire in sicurezza
    (PDF 722 KB)
Movimento e attività fisica tra le mura domestiche
Movimento e attività fisica tra le mura domestiche

  1. Attività fisica a casa 0 - 4 anni
    (PDF 726 KB)
  2. Attività fisica a casa 12 - 17 anni
    (PDF 872 KB)
  3. Attività fisica a casa 18 - 64 anni
    (PDF 1831 KB)
  4. Attività fisica a casa 5 - 11 anni
    (PDF 704 KB)
  5. Attività fisica a casa over 65
    (PDF 711 KB)
Monitoraggio dei residui di antiparassitari nei parchi-gioco pubblici 2018 - 2019
Monitoraggio dei residui di antiparassitari nei parchi-gioco pubblici 2018 - 2019

  1. Monitoraggio dei residui di antiparassitari nei parchi-gioco pubblici 2018 - 2019
    (PDF 7411 KB)
Fumare? Smetti in 7 mosse
Fumare? Smetti in 7 mosse
La presente brochure ha l’obiettivo di fornire utili consigli a chi ha intenzione di liberarsi dalla dipendenza della sigaretta e preziose indicazioni per una gestione effi cace di questo delicato e talvolta difficoltoso passaggio.
  1. Fumare? Smetti in 7 mosse
    (PDF 122 KB)
Cinque manciate di frutta e verdura al giorno
Cinque manciate di frutta e verdura al giorno
Un’alimentazione ricca in frutta e verdura oltre ad essere gustosa aiuta a ridurre il rischio di sviluppare malattie tumorali e cardiovascolari, il diabete mellito tipo 2, l’ipertensione arteriosa ed altre patologie.
  1. Flyer: "La salute vien mangiando"
    (PDF 3296 KB)
  2. Opuscolo: "La salute vien mangiando"
    (PDF 2126 KB)
« pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 pagina successiva »