Contenuto principale

Dipartimento di prevenzione

Dipartimento di prevenzione

Via Amba Alagi 33
39100 Bolzano
Tel.: +39 0471 909 211
Fax: +39 0471 909 201
Web: http://www.asdaa.it/prevenzione


Attività:

I seguenti servizi compongono il Comitato consultivo e collaborano all'interno del Dipartimento:

  • Servizi Igiene e Sanità (Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico)
  • Servizio di Medicina del lavoro (Servizio aziendale)
  • Servizio di Medicina dello Sport (Bolzano)
  • Servizio aziendale Pneumologico (Servizio aziendale)
  • Servizio aziendale Veterinario (Servizio aziendale)
  • Servizio di Dietetica e Nutrizione clinica (Bolzano)
  • Rappresentante dei dirigenti medici e sanitari: Dott.ssa Loredana Latina
  • Rappresentante del personale sanitario non medico: Dott.ssa Gundula Gröber

Il Dipartimento di Prevenzione è una struttura a valenza aziendale il cui compito è principalmente quello di individuare e contrastare i fattori di rischio che possono nuocere alla salute, valutando ed interpretando dati sia di natura sanitaria che ambientale. Avvalendosi della collaborazione di numerosi servizi aziendali e dipartimenti provinciali, ha la facoltà di promuovere studi, progetti e ricerche nonché di elaborare linee guida, protocolli operativi e programmi per misure di profilassi. L'istituzione del Dipartimento di Prevenzione è stata approvata il 06.12.2011 con delibera del Direttore Generale.

Sito web: www.asdaa.it/prevenzione


Alla mappa: Via Amba Alagi 33

Direttore/trice di dipartimento

Coordinatore/trice

News

Prevenzione | 09.04.2020 | 14:31

Vivere meglio le misure restrittive: fare attività fisica quotidiana

"Restate attivi e fate ogni giorno movimento" è l'appello del primario di Medicina dello Sport Resnyak. L’esercizio fisico aiuta a tenersi in forma, ma è anche utile a vivere meglio lo stress.

Vivere meglio le misure restrittive: fare attività fisica quotidianaZoomansichtVivere meglio le misure restrittive: fare attività fisica quotidiana

Restare fisicamente attivi dedicando ogni giorno tempo all'attività fisica, nell'attuale situazione di emergenza legata al focolaio di COVID-19, rappresenta un modo semplice ed efficace per combattere stress, frustrazione o noia. Con l'esercizio fisico si scaricano le tensioni accumulate con una conseguente riduzione dell'agitazione e della conflittualità, aumentano le energie e lo stato di benessere generale, migliorano la qualità del sonno, l'autostima e la fiducia in sé stessi.

Per questo l'Istituto Superiore di Sanità (ISS), sulla base delle indicazioni fornite dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha reso disponibili una serie di schede suddivise per fasce d'età dove vengono forniti consigli su quale e quanta attività fisica svolgere settimanalmente tra le mura domestiche. Le schede in lingua italiana e una serie di approfondimenti con link utili per trarre spunto su come fare attività fisica in casa sono disponibili sul sito dell'Istituto superiore di Sanità alla pagina tematica dedicata all'attività fisica. Il Servizio aziendale di Medicina dello Sport ha accolto con entusiasmo l'invito dell'Istituto Superiore di Sanità a diffondere le varie schede, curandone anche la traduzione in lingua tedesca e ripubblicandole sul sito dell'Azienda sanitaria dell'Alto Adige alla sezione "Pubblicazioni".

"Sulla base di queste schede ogni cittadina o cittadino potrà capire quanta attività fisica sia necessaria a seconda della propria età. Una persona che ha più di 65 anni, ad esempio, dovrà svolgere almeno 150 minuti a settimana di attività aerobica moderata in sessioni di almeno 10 minuti consecutivi. Per i bimbi con età compresa fra i 5 e gli 11 anni, il tempo di attività fisica consigliato è di almeno 60 minuti al giorno per 3 volte a settimana. Nelle schede dedicate ai più piccoli vi sono anche consigli per i genitori" spiega il dottor Stefan Resnyak, primario del Servizio di Medicina dello Sport dell'Azienda sanitaria dell’Alto Adige.

Il Servizio di Medicina dello Sport ha inoltre attivato uno sportello di consulenza telefonica dedicato alle indicazioni su come svolgere queste attività sportive in casa propria. Esperti ed esperte di Medicina dello Sport sono raggiungibili al numero telefonico 0471 435 642 dalle 9.00 alle 11.00 dal lunedì al venerdì.

Downloads:

Le attività fisiche da fare in casa da 0 a 4 anni. [PDF]

Le attività fisiche da fare in casa da 5 a 11 anni. [PDF]

Le attività fisiche da fare in casa da 12 a 17 anni. [PDF]

Le attività fisiche da fare in casa da 18 a 64 anni. [PDF]

Le attività fisiche da fare in casa dai 65 anni in su. [PDF]

(USP)



Altre notizie di questa categoria

Downloads
  Titolo Download

Per aprire i documenti PDF contenuti in questa pagina occorre installare un lettore PDF.
Se non ne hai già installato uno nel tuo sistema, puoi scaricare:
Lettori PDF liberi
un lettore PDF libero
Adobe© Reader©
il programma Adobe© Reader©


Convivere con il coronavirus
Convivere con il coronavirus
Sintesi delle regole, delle misure e delle raccomandazioni per la ripartenza dopo la crisi del coronavirus, sulla base di quanto stabilito dalla legge provinciale approvata l’8 maggio. La pubblicazione è aggiornata alla data dell’8 maggio.
  1. Ripartire in sicurezza
    (PDF 722 KB)
Movimento e attività fisica tra le mura domestiche
Movimento e attività fisica tra le mura domestiche

  1. Attività fisica a casa 0 - 4 anni
    (PDF 726 KB)
  2. Attività fisica a casa 12 - 17 anni
    (PDF 872 KB)
  3. Attività fisica a casa 18 - 64 anni
    (PDF 1831 KB)
  4. Attività fisica a casa 5 - 11 anni
    (PDF 704 KB)
  5. Attività fisica a casa over 65
    (PDF 711 KB)
Monitoraggio dei residui di antiparassitari nei parchi-gioco pubblici 2018 - 2019
Monitoraggio dei residui di antiparassitari nei parchi-gioco pubblici 2018 - 2019

  1. Monitoraggio dei residui di antiparassitari nei parchi-gioco pubblici 2018 - 2019
    (PDF 7411 KB)
Fumare? Smetti in 7 mosse
Fumare? Smetti in 7 mosse
La presente brochure ha l’obiettivo di fornire utili consigli a chi ha intenzione di liberarsi dalla dipendenza della sigaretta e preziose indicazioni per una gestione effi cace di questo delicato e talvolta difficoltoso passaggio.
  1. Fumare? Smetti in 7 mosse
    (PDF 122 KB)
Cinque manciate di frutta e verdura al giorno
Cinque manciate di frutta e verdura al giorno
Un’alimentazione ricca in frutta e verdura oltre ad essere gustosa aiuta a ridurre il rischio di sviluppare malattie tumorali e cardiovascolari, il diabete mellito tipo 2, l’ipertensione arteriosa ed altre patologie.
  1. Flyer: "La salute vien mangiando"
    (PDF 3296 KB)
  2. Opuscolo: "La salute vien mangiando"
    (PDF 2126 KB)
« pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 pagina successiva »