Contenuto principale

Archivio

Ospedale di Bressanone | 26.03.2018 | 16:44

“Teddybärkrankenhaus” Alto Adige

Oggi, 26.03.1018, presso il Sanatorium dell’Ospedale di Bressanone si è inaugurato il primo Teddybärkrankenhaus Südtirol | Alto Adige. La manifestazione ha avuto inizio con una Conferenza Stampa in presenza dell’Assessora Provinciale alla Sanità, Martha Stocker.

TeddybärkrankenhausZoomansichtTeddybärkrankenhaus

Hanno inoltre preso parte: la Direttrice del Comprensorio sanitario di Bressanone, Christine Zelger; il Coordinatore sanitario e Primario del Reparto di Pediatria, Markus Markart, così come le Ispettrici delle Scuole dell'Infanzia tedesca ed italiana, la Responsabile del Servizio di Valutazione per le scuole in lingua tedesca, i Dirigenti Scolastici e le Direttrici delle Scuole dell'Infanzia di Bressanone, il Sindaco e il Vice Sindaco di Bressanone, la Presidentessa di AVIS Bressanone, il Presidente di Comedicus, il Capo Sezione della Croce Bianca di Bressanone, numerose bambine e bambini delle Scuole del Comprensorio.

Christine Zelger ha fatto presente nel suo discorso che questa iniziativa potrebbe dimostrarsi per tanti bambini un’opportunità per intraprendere la professione medica in vista dei loro studi futuri.
Il primario Markart ha ricordato che anni fa le visite pediatriche non erano fatte a misura di bambino. Spesso i bimbi dovevano restare soli senza la presenza confortevole dei genitori e venivano trattenuti dal personale sanitario. È una fortuna che oggigiorno questi metodi non vengano più applicati, perché ritenuti per niente funzionali dalla nuova generazione di medici. L’obiettivo oggi è di costruire un rapporto di fiducia con i piccoli pazienti.
Il progetto Teddybärkrankenhaus Alto Adige è patrocinato dall'Assessorato Provinciale alla Sanità e dal Comune di Bressanone ed è stato organizzato, per la prima volta in Alto Adige, da un gruppo di studenti frequentanti le Università di Medicina ed Odontoiatria di Innsbruck assieme a uno studente della Facoltà di Scienze della Formazione Primaria di Bressanone.

I due giorni (26 e 27 marzo 2018) di manifestazione permettono una simulazione ospedaliera adatta ai bambini di età compresa fra i 3 e i 7 anni. I bambini portano i propri pazienti-peluche ad una visita di routine ospedaliera: i pupazzi ammalati o feriti vengono registrati, visitati e sottoposti al trattamento necessario da Teddy Docs (studenti delle Università di Medicina, Infermieristica, Odontoiatria, Igiene dentale e Farmacia). Come in un vero Ospedale, i piccoli pupazzi di peluche sono accompagnati nei diversi reparti a seconda delle esigenze. Dopo la registrazione, i bambini vengono accompagnati in sala d’attesa e intrattenuti dai Clown di Comedicus. Dopodiché segue la visita medica con la rilevazione della diagnosi. Nei diversi reparti sono presenti una macchina a raggi X e una macchina ad ultrasuoni per le ecografie, vi è la possibilità di fare dei prelievi di sangue e delle piccole operazioni, il tutto ovviamente ai teneri pupazzi. I piccoli pazienti potranno recarsi anche nel reparto di Odontoiatria e in Farmacia per il ritiro delle cure prescritte dai Teddy Docs. Ogni bambino verrà dimesso dal Teddybärkrankenhaus con il proprio orsetto guarito e con un piccolo regalo.

Durante la visita, i bambini possono sperimentare una vera situazione ospedaliera senza però sentirsi loro stessi pazienti in prima persona. Questa simulazione, attraverso la presentazione ludica e l'acquisizione di conoscenze della vita clinica quotidiana, vuole ridurre le paure e le ansie dei bambini rispetto alla figura medica e sanitaria. Anche i volontari di AVIS, Comedicus e Croce Bianca, della sezione di Bressanone, sono coinvolti in questo progetto. Quest’ultimi hanno messo a disposizione una vera ambulanza fornendo spiegazioni ai bambini in merito a tutte le attrezzature.
Il Teddybärkrankenhaus Südtirol | Alto Adige ha già stupito molti bambini curiosi, guarendo innumerevoli peluche. Le persone coinvolte hanno visibilmente apprezzato l'evento.

Informazioni per i media:
Ripartizione Comunicazione, Marketing e Relazioni con il Pubblico, tel. 0471 907153

(RED)



Altre notizie di questa categoria