Contenuto principale

Archivio

Ospedale di Bolzano | 29.05.2018 | 17:00

Detective a quattro zampe: Unita cinofila in visita all’ospedale di Bolzano

Bambini e adolescenti ricoverati nel reparto di Pediatria fanno la conoscenza di due cani da ricerca della Guardia di Finanza

Foto di gruppoZoomansichtFoto di gruppo

Una atmosfera gioiosa di trepidante attesa, ha accolto oggi, 29 maggio, presso il Giardino d’inverno dell’Ospedale di Bolzano, i conduttori dell’Unita cinofila della Guardia di Finanza di Bolzano con i loro due cani da ricerca. 

Tra i presenti, anche il Direttore del Comprensorio sanitario di Bolzano dott. Umberto Tait, il Coordinatore sanitario dr. Roland Döcker, il direttore medico dr. Flavio Girardi e la Primaria del reparto di Pediatria dr.ssa Lydia Pescollderungg, tutti positivamente impressionati dalle esibizioni e attenti alle spiegazioni della Guardia di Finanza.

“Questa è una manifestazione che esula dai nostri schemi usuali, ma abbiamo accettato molto volentieri la proposta della Guardia di Finanza di Bolzano di far conoscere i loro animali ai nostri piccoli pazienti” cosi ha commentato il dr. Girardi.

Grazie alla disponibilità del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col. Gabriele Procucci, i due conduttori con il loro cani, Frieda, pastore belga di sette anni, cane da ricerca e Easton, pastore tedesco di tre anni, cane antidroga hanno simulato giocosamente per i piccoli pazienti alcune delle situazioni che si trovano a dover affrontare nella realtà quotidiana.

“Per noi è un regalo vedere i bambini cosi felici e spensierati insieme ai nostri amici quattrozampe, cosi importanti nel nostro lavoro” sottolinea il Comandante Procucci.

Durante le dimostrazione pratica di abilità, bambini, adolescenti e gli altri presenti hanno seguito con stupore l’abilità e le capacita dei due animali. Alcuni di loro hanno poi potuto partecipare attivamente, nascondendosi e facendosi trovare da Frieda. In questo modo, leggero e giocoso, gli istruttori sono riusciti a mostrare ai presenti le straordinarie capacità di questi animali nella ricerca sia di persone scomparse che di sostanze proibite.

La dimostrazione, ha permesso ai bambini e ai presenti di conoscere meglio questo aspetto del lavoro della Guardia di Finanza e passare qualche momento in compagnia di questi splendidi animali.

Ricordiamo che l’Unita Cinofila della Guardia di Finanza, oltre alle operazioni di soccorso in montagna ha partecipato attivamente anche alle complesse e delicate operazioni di ricerca nelle zone colpite dal terremoto.

(WV)



Altre notizie di questa categoria