Contenuto principale

Archivio

Ospedale di Merano | 31.05.2018 | 12:49

Dalle mani ai piedi

Dal 1° maggio 2018 Wilhelm Berger, nato 45 anni fa e di origine di Vilpiano, è il nuovo Primario di Ortopedia a Merano; oggi, 31 maggio 2018, si è presentato ufficialmente con il suo team ed ha esposto i suoi piani.

D.s.a.d.: Gottfried Federspiel, Roland Döcker, Martha Stocker, Wilhelm Berger, Irene Pechlaner e Pierpaolo BertoliZoomansichtD.s.a.d.: Gottfried Federspiel, Roland Döcker, Martha Stocker, Wilhelm Berger, Irene Pechlaner e Pierpaolo Bertoli

Eccellenza nella chirurgia della mano
Per la sua eccellenza nella chirurgia della mano, che il nuovo Primario intende portare avanti anche in futuro, è conosciuto anche oltre confine. Naturalmente, da Primario, Wilhelm Berger è competente  per l‘intera gamma specialistica di ortopedia e traumatologia, per così dire „da mani a piedi“. 

"Assistenza di alto livello"
„Ci tengo affinché la popolazione di questo bacino di utenza possa contare anche in futuro su di un‘assistenza di alto livello. Ritengo perció di grande importanza che la nostra equipe sia motivata e possa aggiornarsi costantemente. In tempi di carenza di medici specialisti è forse questa la chiave per poter avere un team di reparto stabile senza ‚fuga di cervelli‘ “, afferma Berger. In quest‘ottica va ripensata anche l‘assistenza nell‘ospedale di Silandro. Per il nuovo Primario è indispensabile che vengano messe a disposizione altrettante risorse. Dev‘essere certamente garantita l‘assistenza alla popolazione locale ma devono essere messe a disposizione anche interventi programmati per l‘intero Comprensorio. „E‘ importante che il nostro team di 17 medici, possa lavorare in ambedue gli ospedali. Una fissa pianificazione, che imposteremo prossimamente, dovrebbe rendere possibile una prospettiva a lungo termine sia per i collaboratori che per i pazienti, p.e. per le prime visite o per le date di intervento“.

Potenziare l'ortopedia pediatrica
Il nuovo Primario intende inoltre potenziare anche l‘ambito dell‘ortopedia pediatrica: „Disponiamo già di ottimi specialisti e quindi credo che nei prossimi anni potremo offrire di più anche in questo campo“. Anche per quanto riguarda gli interventi, Berger è un sostenitore delle tecniche moderne: „In ambito operatorio è importante essere sempre aggiornati, sia nell‘assistenza chirurgica che in quella anestesiologica. Ciò si traduce in un risparmio sia di risorse che di costi - ed il paziente si riprende più in fretta“.

2.300 interventi
Altrettanto importante per Berger è la collaborazione con gli altri colleghi ortopedici della Provincia, così come mantenere ed ampliare una buona rete di conoscenze con esperti del settore anche d‘oltreconfine. In tempi in cui le richieste ed i quadri clinici sono sempre piú complessi - si pensi solo ai tanti incidenti nel tempo libero - questo è indispensabile. Solo l‘ortopedia di Merano l‘anno scorso ha eseguito 2.300 interventi.

Per il Direttore generale Thomas Schael l‘esperienza acquisita da Berger come dirigente del team per la chirurgia della mano, unita alla sua competenza professonale, rappresenta una buona base di partenza: „L‘aver  operato in due diverse strutture ospedaliere di un unico comprensorio e l‘aver dovuto organizzare sia visite che interventi, conferisce a Berger la giusta prospettiva per una collaborazione inter-ospedaliera“.

Berger è una buona scelta anche per la Direttrice di Comprensorio Irene Pechlaner che sottolinea la sua particolare attitudine a gestire un team; contemporaneamente ringrazia  lo specialista Renato Ghirardello, che dal pensionamento dell‘ex primario, Hartmann Waldner, ha diretto il reparto da facente funzioni.

L‘Assessora Martha Stocker ci tiene molto ad essere presente, sempre se possibile, alla presentazione di nuovi primari: „Dirigere un ambito in due sedi diverse non è sempre facile Sono tuttavia convinta che questa sia la soluzione migliore  per una buona assistenza della popolazione - un team di specialisti che si prendono cura dei cittadini di un intero comprensorio“.  

Wilhelm Berger si è laureato ad Innsbruck nel 2001 specializzandosi nel 2010. Dopo le tappe negli ospedali di Merano (specializzazione sotto Frank Niensstedt, chirurgo della mano) e Silandro, nel 2014 ha girato il mondo per circa un anno: Berger voleva imparare dai migliori e cosí questo suo cammino l‘ha portato in Cina, negli Stati Uniti, in Svezia, in Svizzera, in Spagna (Barcellona) e in Austria.

Berger vive a Bolzano e nel tempo libero si dedica a sport da praticare all‘aperto; poi, dato che la propensione a riparare in un ortopedico è particolarmente marcata, svita anche bulloni ad auto e moto d‘epoca. 

Informazioni per i media: Sabine Flarer, Ripartizione Comunicazione, marketing e relazioni pubbliche presso il Comprensorio sanitario di Merano, Tel. 0473 263 806, e-mail: sabine.flarer@sabes.it 

 

(SF/EC)


Presentazione del nuovo Primario dell'Ortopedia Zoomansicht Presentazione del nuovo Primario dell'Ortopedia

Altre notizie di questa categoria