Contenuto principale

Archivio

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 06.12.2018 | 18:48

Centro Unico di Prenotazione Provinciale, Assicurazione aziendale e Anestesia Bolzano

Diverse ed importanti le tematiche elencate nell'ordine del giorno dell'incontro mensile tra la Direzione aziendale e le organizzazioni sindacali. Il clima è stato comunque oggettivo e costruttivo.

Centro Unico di Prenotazione Provinciale, Assicurazione aziendale e Anestesia BolzanoZoomansichtCentro Unico di Prenotazione Provinciale, Assicurazione aziendale e Anestesia Bolzano

Sta decollando il Centro Unico di Prenotazione Provinciale

Luca Armanaschi, Direttore della Ripartizione assistenza ospedaliera, ha informato i rappresentanti delle Organizzazioni sindacali presenti in merito alla concreta implementazione del Centro Unico di Prenotazione Provinciale. Diverse le misure già avviate: ora è possibile prenotare prestazioni a livello aziendale e online per le branche specialistiche di oculistica, dermatologia, otorinolaringoiatria, chirurgia generale nonché visite fisiatriche e colonscopie; presto si aggiungeranno anche prestazioni neurologiche e di radiologia convenzionale.

Un’ulteriore graduale migrazione delle varie agende di appuntamenti verso il programma unico di prenotazione è prevista per il 2019, con relativo adeguamento delle necessarie misure organizzative e di personale. Entro giugno 2020 in Alto Adige sarà definitivamente operativo il Centro Unico di Prenotazione a livello provinciale, con 2 sedi di lavoro decentrate (Bolzano e Bressanone), che tratteranno circa 1,4 milioni di chiamate in entrata. Un sistema di “promemoria” automatico partirà con l'inizio del 2019 e sarà gradualmente ampliato. I sistemi telefonici saranno accorpati ed integrati al fine di introdurre un numero unico per le cittadine ed i cittadini di tutta la provincia. La delibera relativa a questo importante progetto è stata approvata questa settimana dalla Direzione aziendale. 

Gara di appalto per l'assicurazione di responsabilità civile

UNIQA Österreich Versicherungen AG, unica società assicurativa partecipante alla procedura di gara europea nonché unico offerente, si è aggiudicata l'appalto per l'assicurazione della responsabilità civile dell'Azienda. La relativa delibera è stata approvata questa settimana ed avrà effetto solo dopo che tutte le dichiarazioni ed i documenti necessari per legge saranno stati riesaminati da parte dell'Agenzia provinciale ACP.

Anestesia di Bolzano: aumento dell'organico e piano d'azione

Durante l'incontro la Direzione generale ha inoltre informato i sindacati su quanto emerso durante la discussione congiunta avvenuta nel primo pomeriggio di oggi (6.12.2018) con la Direzione comprensoriale e 12 Primari responsabili delle discipline chirurgiche presso l'ospedale di Bolzano. Tutti i partecipanti all’incontro hanno concordato sul fatto che la situazione del personale è sofferente, ma che la popolazione non deve comunque temere di non essere sempre assistita in modo tempestivo e qualitativamente elevato. Al fine di continuare a garantire nel miglior modo possibile l’assistenza, la pianta organica verrà aumentata già entro quest’anno. Aiuta a tale proposito ed in modo consistente la delibera della Giunta provinciale con la quale all’Azienda sanitaria, la scorsa estate, era stato concesso un aumento di 55 posti a tempo pieno per l’assunzione di medici specialisti. È ormai chiaro che la pianta organica del reparto di Anestesia di Bolzano, che attualmente può contare su 36 medici a tempo pieno ed un Primario, deve essere urgentemente ampliata. Allo stesso tempo la Direzione sanitaria, insieme agli staff responsabili a livello aziendale, sta analizzando se interventi operatori meno complessi possano essere erogati presso altri ospedali della provincia. Altre misure prevedono la stipula di convenzioni per incaricare specialisti a breve termine e la rapida nomina di un responsabile per la gestione delle sale operatorie.

 

Informazioni per i media:

Ripartizione comunicazione, marketing e relazioni con il pubblico dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, mob. 335 7677220

(LR/TDB)



Altre notizie di questa categoria