Contenuto principale

Archivio

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 06.10.2018 | 18:17

Ostetricia a Silandro: pienamente in regola con i requisiti di legge

In merito a quanto comparso oggi (06.10.2018) sul quotidiano di lingua tedesca “Neue Südtiroler Tageszeitung” l’Azienda sanitaria rende noto che nella gestione dell’Ostetricia di Silandro sono rispettati pienamente i requisiti di legge.

I controlli effettuati lo scorso 15 agosto da parte dei NAS avevano lo scopo di verificare il rispetto dei requisiti minimi di legge previsti per la gestione di un punto nascita. L'ispezione eseguita a Silandro ha confermato che si rispettano pienamente gli standard minimi relativi al personale professionale in servizio.

Nell’articolo si fa inoltre riferimento in particolare ad un’azienda bolognese, la CMP Global Medical Division, che non sarebbe stata regolarmente iscritta nel registro statale delle agenzie di lavoro interinale e, pertanto, non vi sarebbero le condizioni necessarie per mettere a disposizione lavoratori qualificati per questo tipo di attività.

La Direttrice del Comprensorio sanitario di Merano, Irene Pechlaner, spiega: "Il Comprensorio non ha stipulato alcun contratto per lavoro interinale con questa società, ma semplicemente un contratto per l’acquisto di servizi regolarmente assegnato ai sensi della normativa sugli appalti e assegnazioni. I pre-requisiti normativi sono pertanto differenti e pienamente rispettati."

La Direttrice Irene Pechlaner inoltre osserva: "È ben nota la carenza di personale specializzato in tutta Europa. Di questo soffrono soprattutto le strutture più piccole e periferiche. Per coprire i turni di servizio nell'ospedale di Silandro l'Azienda sanitaria, in stretto accordo con la parte politica, compie ogni sforzo possibile. La messa a disposizione di medici con contratti di servizio è solo una misura, ma indispensabile fino all’assunzione di personale con contratto a tempo indeterminato. Possiamo anche dire che negli ultimi mesi la situazione occupazionale precaria è leggermente migliorata, in particolare nei reparti di Anestesia e Pediatria."

Anche il Direttore generale facente funzioni Thomas Lanthaler sottolinea che i requisiti di legge sono soddisfatti: "La Giunta ha deciso di mantenere operativa l'Ostetricia di Silandro, indicando tale decisione anche nel Piano Sanitario Provinciale. Inoltre, viste le distanze rispetto all’Ospedale di Merano, vi è anche una deroga da parte del Ministero della Salute per quanto riguarda il numero minimo di parte all'anno. L'Azienda sta lavorando sulla base di queste indicazioni e quindi non c'è nessun motivo per fare della speculazione in negativo."

Attualmente, sotto la guida del Comprensorio di Merano ed in collaborazione con l'Università di Trento, è in corso un nuovo bando di gara per l’assegnazione ad una nuova agenzia. Anche in futuro non verranno stipulati contratti di lavoro interinale, ma per l’acquisto di servizi e prestazioni. La durata del contratto da assegnare è fissata in 3 anni.

Informazioni: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Dr. Lukas Raffl, 335 76 77 220

(LR)


Altre notizie di questa categoria