Contenuto principale

Archivio

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 08.11.2018 | 18:56

Pronti a rimboccarsi le maniche

Un breve e cordiale benvenuto, l’invito a sedersi attorno allo stesso tavolo e una lunga lista di tematiche: poco il tempo a disposizione del Direttore generale Florian Zerzer per presentarsi e conoscere personalmente i/le rappresentanti delle organizzazioni sindacali in occasione dell'incontro mensile di oggi (08.11.2018). L'elenco dei punti importanti e urgenti all'ordine del giorno era davvero lungo.

Incontro mensile tra la Direzione aziendale e le organizzazioni sindacaliZoomansichtIncontro mensile tra la Direzione aziendale e le organizzazioni sindacali

Uno dei temi prioritari per il settore amministrativo continua ad essere il nuovo assetto dell’Amministrazione all’interno dell'Azienda sanitaria. Come è noto, nella primavera di quest'anno, la precedente Direzione aveva già elaborato una proposta che era stata discussa con i sindacati, le Direttrici ed i Direttori comprensoriali ed i Dirigenti. Il nuovo top management, sotto la guida di Florian Zerzer, ha espresso la volontà di adottare questa proposta entro il 2018, dopo una veloce verifica da parte del Consiglio gestionale e relativa presentazione ai sindacati. Il Direttore generale Florian Zerzer: "La visione del nuovo organigramma amministrativo è quella di aumentare ulteriormente la qualità di servizio nonché di supportare ancora meglio i partner interni – personale medico, tecnico-assistenziale ed amministrativo.”

Il Direttore amministrativo Andrea Zeppa sta già elaborando un piano di attuazione per il 2019. Eventuali ulteriori modifiche o integrazioni saranno ancora possibili.

Per quanto riguarda il settore medico il dibattito era incentrato sia sui contratti per l’acquisto di servizi e la possibilità di incaricare specialisti già in pensione - in particolare per gli ospedali di periferia al fine di mantenere aperti i servizi - che la copertura dei primariati vacanti. A proposito della discussione sui contratti per l’acquisto di servizi Florian Zerzer ha sottolineato che il primo dovere dell'Azienda è quello di continuare a garantire i servizi sanitari in tutti gli ospedali della provincia e per fare questo verranno prese in considerazione tutte le possibilità legali. L'assunzione di medici ed infermieri rimane naturalmente la prima opzione: dove ciò non risulta possibile, tuttavia, secondo il Direttore generale Zerzer, dovranno essere individuate anche altre forme.

Un confronto costruttivo è stato portato avanti anche in merito ai servizi di guardia da parte di medici specialisti in discipline affini. Il Direttore generale Zerzer ha inoltre informato le organizzazioni sindacali presenti che il Consiglio gestionale sta attualmente elaborando un modello che consentirà di coprire rapidamente i posti di primariato vacanti.

Tra gli altri argomenti trattati vi sono stati la pianificazione del fabbisogno di personale, la carenza di personale specializzato, l'organizzazione di corsi di formazione, i criteri per l'assegnazione di contratti di consulenza ed il conferimento della posizione, prevista in seno alla Direzione aziendale, di Direttore del "governo clinico". Per quanto riguarda quest'ultimo, il Direttore generale Zerzer ha comunicato di voler provvedere a tale incarico - tra la definizione del profilo professionale, la selezione e la nomina – entro un lasso di tempo di 4 mesi.

 

Informazioni per i media:

Ripartizione comunicazione, marketing e relazioni con il pubblico dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, tel. 0471 907153

(LR/TDB)



Altre notizie di questa categoria