Contenuto principale

Ricerca

Assistenza territoriale | 08.02.2019

La situazione dei medici di base a Merano sta migliorando

La situazione dei medici di base a Merano sta migliorando

I medici di base sono pochi ovunque, quindi più grande è la soddisfazione se si possono dare buone notizie in ambito dell’assistenza sanitaria di base. A Merano intervengono prossimamente due cambiamenti, che lasciano ben sperare.

Azienda Sanitaria dell’Alto Adige | 07.02.2019

Anno sabbatico, corsi di lingua e “Percorso nascita”

Anno sabbatico, corsi di lingua e “Percorso nascita”

L’incontro mensile con i rappresentanti e le rappresentanti dei sindacati si è svolto oggi, 7 febbraio 2019.

Azienda Sanitaria dell’Alto Adige | 01.02.2019

Foto: ©Fotolia - Lev Dolgachov

Prenotazioni: servizio di promemoria attivato con successo

Pazienti che non disdicono una visita prenotata e tempi d’attesa troppo lunghi - alla luce di questa situazione, all’inizio dell’anno l’Azienda sanitaria dell’Alto Adige ha introdotto una serie di misure che stanno già producendo i loro effetti.

Assistenza territoriale | 01.02.2019

Nuovo medico medico di base

Nuovo medico medico di base a Ponte Gardena

I medici di medicina generale dott. Paul Gufler e il dott. Antonio Fabiano terminano la loro attività in febbraio. La dott.ssa Pasqualina Marino apre l’ambulatorio a Ponte Gardena il 18 febbraio 2019.

Appuntamenti | 31.01.2019

Foto: ©Fotolia - 7activestudio

2° incontro per parlare di cancro

Sabato 2 febbraio 2019 il Centro giovanile e culturale UFO di Brunico ospiterà un evento dal titolo "Parliamone! Perché il cancro riguarda tutti noi!". Per la seconda volta si svolgerà infatti l’iniziativa “Brunecker Krebsgespräche”, vale a dire una serie di dialoghi attorno alle tematiche che riguardano il cancro. Gli interessati ed i rappresentanti dei media sono cordialmente invitati a questo evento.

Azienda Sanitaria dell’Alto Adige | 29.01.2019

Nuovo numero di telefono

Cambia il numero telefonico del CUPP-Prevenzione

Il Centro Unico Provinciale di Prenotazione dedicato alla prevenzione ed all’assistenza sanitaria avrà un nuovo numero di telefono a partire dal 1° febbraio di quest’anno.

Azienda Sanitaria dell’Alto Adige | 28.01.2019

Foto: @VRD - Fotolia

Errore di traduzione: il questionario verrà corretto

L’opinione pubblica ha fatto notare all’Azienda sanitaria dell’Alto Adige che su un questionario della Neuropsichiatria infantile e dell’età evolutiva compare anche una domanda sulla "razza". Questo termine è stato utilizzato per un errore di traduzione dal testo originale del questionario che è in lingua inglese e che è stato standardizzato a livello mondiale. Il modulo verrà rivisto a brevissimo.

Azienda Sanitaria dell’Alto Adige | 25.01.2019

myASDAA - la nuova service-app

myASDAA - la nuova service-app

La app dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige è ora scaricabile da Google Play (Android). L’applicazione offre informazioni sui servizi dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige.

Ospedale di Merano | 23.01.2019

D.s.a.d.: Il Primario Raffaele Nardone, Direttore sanitario Thomas Lanthaler, Direttrice di comprensorio Irene Pechlaner

Dall‘ictus ai disturbi del sonno

Il termine di dottrina del sistema nervoso, come la neurologia viene anche definita, non lascia intuire quali implicazioni, disturbi in quest‘ambito, possano avere. L‘ampia gamma di questa disciplina va dagli, in confronto, innocui disturbi del sonno agli attacchi emicranici, fino a gravi patologie come la sclerosi multipla o l‘epilessia, ed ancora agli acuti e complessi casi di ictus. Raffaele Nardone, dall‘autunno Primario della Divisione di Neurologia al Comprensorio sanitario di Merano, il 23 gennaio 2019, ha presentato i suoi piani in una conferenza stampa.

Azienda Sanitaria dell’Alto Adige | 18.01.2019

Zerzer incontra i vertici delle Tirol Kliniken

Zerzer incontra i vertici delle Tirol Kliniken

Oggi, 18 gennaio 2019, i vertici dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige hanno incontrato la Direzione strategica delle “Tirol Kliniken” per un primo momento di dialogo e condivisione. Gli argomenti trattati riguardavano sia l’informatizzazione clinica sia la carenza di medici e personale infermieristico che anche progetti di telemedicina.