Contenuto principale

News

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 23.04.2022 | 13:35

Conferenza sulla Chirurgia della mano a Bolzano

Più di 200 chirurghe/i della mano provenienti dai paesi tedescofoni si sono incontrate/i da giovedì fino a sabato questa settimana a Bolzano per scambiarsi idee sulle ultime novità nel settore.

61° simposio della "Deutschsprachigen Arbeitsgemeinschaft für Handchirurgie" a Bolzano, foto: sabesZoomansicht61° simposio della "Deutschsprachigen Arbeitsgemeinschaft für Handchirurgie" a Bolzano, foto: sabes

Non c’è niente di simile a dieci dita. Questo proverbio mongolo probabilmente cattura l’essenza del messaggio: le mani, e di conseguenza le dita, non possono essere sostituite da nient’altro. Ecco perché i chirurghi della mano hanno un compito arduo: quello di aiutare le persone a superare lesioni o a combattere malattie degenerative a carico degli organi prensili, al fine di garantire loro la massima qualità di vita possibile. 

Wilhelm Berger, Primario del reparto di Ortopedia del Comprensorio sanitario di Merano, è particolarmente compiaciuto del fatto che, dopo due anni di ritardo a causa della pandemia, sia stato finalmente possibile ospitare in Alto Adige il 61° simposio della Deutschsprachigen Arbeitsgemeinschaft für Handchirurgie, la società di esperti in Chirurgia della mano del mondo tedescofono: «Il simposio è un importante incontro annuale dei chirurghi della mano di madrelingua tedesca. Sono state presentate inedite tecniche chirurgiche e protesi articolari innovative. Durante lo scambio transfrontaliero, il nuovo è stato confrontato al collaudato».

Dal 21 al 23 aprile 2022, più di 200 professionisti del settore si sono scambiati idee al NOI-Tech Park di Bolzano. Il primo giorno è iniziato con vari workshop, che includevano una dimostrazione di correzione articolare utilizzando la pianificazione computerizzata e gli impianti creati con la stampante 3D. Anche la moderna gestione delle lesioni ha costituito un argomento su cui i partecipanti hanno potuto dibattere. 

Il Direttore generale, Florian Zerzer, ha dato il benvenuto ai partecipanti alla conferenza e ringraziato i due relatori scientifici, Wilhelm Berger e Frank Nienstedt, per il loro impegno: «La Chirurgia della mano dell’Azienda sanitaria ha un’ottima reputazione. Questo anche grazie al prezioso lavoro di sviluppo che il Primario Berger ha svolto nel Comprensorio sanitario di Merano, in particolare all’Ospedale di Silandro. La grande richiesta dettata dalle numerose opzioni chirurgiche disponibili oggi nel campo dimostra che è importante e giusto promuovere questo ambito altamente specializzato. Questo incontro qui a Bolzano mi riempie di gioia e di orgoglio perché è un onore per noi ospitare circa 200 luminari del settore che si scambiano idee nel nostro territorio».

Link al programma della conferenza: https://dah.at/symposium-2022/programm/ 

Informazioni per i media:
Ripartizione Comunicazione, Azienda sanitaria dell’Alto Adige

 

 

(SF/RL)


prim. dott. Wilhelm Berger, foto: sabes Zoomansicht prim. dott. Wilhelm Berger, foto: sabes

Altre notizie di questa categoria