Contenuto principale

News

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 15.09.2020 | 18:58

Pazienti in stato vegetativo: richiesta di sostegno

Con l’attuazione della deliberazione della Giunta Provinciale Nr. 408 del giorno 09/06/2020 i rappresentanti legali dei pazienti con gravi compromissioni neurologiche riconosciute possono ora richiedere un sostegno finanziario per la degenza in istituti di cura.

Pazienti in stato vegetativo: richiesta di sostegno (Foto: 123rf)ZoomansichtPazienti in stato vegetativo: richiesta di sostegno (Foto: 123rf)

La deliberazione della Giunta Provinciale prevede, con effetto retroattivo fino all’aprile 2017, l’esenzione da qualsiasi onere relativo alla degenza in strutture sociosanitarie per i soggetti con gravi compromissioni neurologiche. I costi sono a carico del Servizio sanitario provinciale.

L’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige ha stabilito le modalità di presentazione della richiesta e creato le unità per il trattamento delle richieste e dei ricorsi.
I pazienti con le seguenti patologie possono presentare richiesta: stato vegetativo, stato minimamente conscio, mutismo acinetico e Locked-in sindrome.
La richiesta di „inquadramento clinico di paziente con grave ed irreversibile compromissione neurologica” deve essere completa di:
• Modulo relativo alla richiesta di “inquadramento clinico di paziente con grave ed irreversibile compromissione neurologica” (compilato in tutte le parti)
• Referto di visita da parte di un neurologo (paziente adulto/a) o referto di visita da parte di un neurologo/neuropsichiatra infantile (paziente in età pediatrica) del Servizio Sanitario Nazionale
La richiesta va inviata alla mail suac@asdaa.it o alla mail certificata (PEC) bewertung.valutazione@pec.sabes.it
In entrambi i casi il destinatario è la segreteria dello Sportello Unico di Assistenza e Cura e dell’Unità di valutazione Multidimensionale (SUAC – UVM) con sede in piazza Loew Cadonna 12, 39100 Bolzano.
L’unità di valutazione multidimensionale, che tratta la richiesta, sarà composta da neurologi, geriatri, fisiatri, infermieri e assistenti sociali. Dopo 12 - 18 mesi sarà effettuata una seconda valutazione.
Se la richiesta viene respinta, si può presentare ricorso preferibilmente via mail: rekurse.ricorsi@sabes.it. A tale scopo è disponibile anche il seguente indirizzo mail certificato (PEC): rekurse.ricorsi@pec.sabes.it
Il ricorso può essere presentato anche direttamente allo sportello della Commissione Ricorsi.

I documenti necessari per presentare ricorso sono disponibili sotto il seguente link: http://www.provincia.bz.it/it/servizi-a-z.asp?bnsv_svid=1001981

Download moduli richiesta: https://www.asdaa.it/it/news.asp?aktuelles_action=4&aktuelles_article_id=643352

(PAS/TG)



Altre notizie di questa categoria